© FOTO MATTEO RENSI.

Achille Leonardelli, chef ristorante Ca’ dei Boci

Proseguono a tambur battente le cene evento del Festival, che stasera vede in gara il ristorante Ca’ dei Boci del Romantik Hotel Posta 1899 di Montagnaga di Pinè, in provincia di Trento. Lo chef Achille Leonardelli proporrà in menu baccalà dissalato in crosta di musli su purè di patate del Pinetano e sedano rapa come antipasto, torretta di baccalà con cialda di farina di polenta Spin e Nostran del casel stravecchio come primo piatto e variazione di baccalà e radici di Pinè come secondo (costo, vini inclusi € 40 a persona,  tel. 0461-558322, inizio serata ore 20 aperitivo – ore 21 cena).

Domani, venerdì 11 ottobre, sarà il turno del ristorante stellato Al Capriolo di Vodo di Cadore, in provincia di Belluno. Lo chef Francesco Paonessa presenterà in menù baccalà di fresca salatura in “saor leggero”, misticanza di insalatine, orzo e fagioli gialet come antipasto, tagliolini tiepidi di riso venere in brodo affumicato di gallina, baccalà di fresca salatura al limone, pecorino e crema di finocchio al rafano come primo piatto e maki di stocco e zucca su verdure all’agro (rotolino di pesce alla maniera giapponese) come secondo. Costo menù (vini inclusi): € 55 a persona, prenotazioni tel. 0435-489207, inizio serata ore 20.

Sempre venerdì 11 ottobre, entra in gara anche il primo ristorante veneziano, la Trattoria La Ragnatela di Scaltenigo di Mirano. Che proporrà in menù gnocchi di patata viola, pecorino dolce e casseruola di merluzzo e fondo di pollo come antipasto, baccalà affumicato, zuppa di trippa bianca e porro stufato come primo piatto e baccalà ripieno “sottopelle” di fagioli neri su brodo di scampi al porto e craker di mandorle come secondo. Costo menù (vini inclusi): € 40 a persona, tel. 041-436050, inizio serata ore 20.

Infine, lunedì 14 ottobre sarà il turno del terzo ristorante polesano, la Locanda 7 Mari di Porto Viro. Lo chef Monica Passarella proporrà nel munù millefoglie di baccalà in agrodolce e gelato di zucca come antipasto, raviolo al nero di seppia con baccalà e salsa ai frutti di mare del Delta come primo piatto e baccalà all’occhio di bue con tartufo della pineta di Porto Viro come secondo. Costo menù (vini inclusi): € 45 a persona,  tel. 0426-324512, inizio serata ore 20.

A dare il primo giudizio su bontà e innovazione delle pietanze saranno i commensali, che decideranno a fine serata il piatto più meritevole di rappresentare il loro ristorante “del cuore” nelle selezioni successive e tentare, così, di concorrere nella finale per il Trofeo Tagliapietra.