Passato, di secolo in secolo, da rustico dei frati agostiniani di un antico monastero poco distante, a osteria di campagna, cambio di posta per i cavalli, trattoria e, attualmente, famoso ristorante dei Colli Euganei, l’Antica Trattoria Ballotta è un punto di riferimento per gli amanti di una cucina genuina. Oggi, l’Antica Trattoria Ballotta è gestita dai quattro fratelli Legnaro che ne fanno uno dei luoghi più ambiti dagli estimatori della più vera e tipica gastronomia euganea e padovana.
Abbiamo intervistato Alessandro De Ruvo, Chef dell’Antica Trattoria Ballotta, che giovedì 26 ottobre ospiterà la quindicesima tappa del Festival Triveneto del Baccalà – Trofeo Tagliapietra, edizione 2017:
 
Chef Alessandro De Ruvo_Antica Trattoria Ballotta_PadovaIn tre parole come descrive la sua cucina?
Tradizionale, innovativa e gustosa.
 
Come definirebbe il suo ristorante?
Tipico padovano, classico ma con aspetti attuali.
 
Lei sta realizzando le tre ricette in gara al Festival Triveneto del Baccalà – Trofeo Tagliapietra: a cosa s’ispirerà per la loro ideazione?
Alla semplicità, ai colori e alla rivisitazione delle materie prime.
 
Quali sono le caratteristiche e peculiarità del menù che parteciperà al Festival?
Cosa vorrebbe trasmettere?
Nel piatto metto passione e studio, perché la cucina a mio parere è anche quello, anzi soprattutto quello!
 
Perché ha deciso di partecipare al Festival Triveneto del Baccalà?
Utilizza già lo stoccafisso e il baccalà salato nelle sue proposte culinarie?
Sono anni che partecipiamo, lo facciamo con amore e dedizione, anche perché il baccalà, in diverse modalità, è comunque presente sempre nel nostro menù.
 
Lo stoccafisso e il baccalà salato sono più tradizione o innovazione?
Ha un ricordo legato a questi due prodotti?
Credo viaggino sullo stesso binario, poi sta allo Chef interpretarlo.
Nella tradizione Euganea come non poter citare i nonni e i loro antichi metodi di preparazione?

 

Antica Trattoria Ballotta
Via Carromatto, 2
Torreglia
35038 Padova
Tel. 049-5212970